Rome Total War:Leggenda!

Rome Total war, è stato sicuramente il primo Total War per molti di voi. Vantava a suo tempo di una grafica tutt’ora godibile, una gestione favolosa dell’economia truppe e varie e un fantastico comparto di modelli storici e suoni. Diciamo la verità…è stato il total war che più vi ha preso, quasi l’inizio di una carriera un po’ sofferente e piena di critiche. Io ancora oggi trovo pochissime imperfezioni , soprattutto quando penso che è un titolo uscito nell’8 ottobre 2004. Per questo non esito a dirvi che è il simbolo dei giochi strategici in tempo reale. Sono titoli a cui mi viene da piangere a pensare… SHOGUN, MEDIEVAL tutte leggende passate che meritano ancora oggi di essere giocate e riconsultate. Poi beh si…senza mod Rome presenta ben poco… ma rifletteteci la prima volta che ci avete giocato, o vedendolo in vetrina, o su un video di you tube…ci pensavate alle mod o eravate semplicemente stupefatti facendo continuamente custom battle sempre uguali…
Io per prima cosa provai la demo trovata per caso su un sito di giochi(io giocavo a titoli come Good of War I e Call of duty 2( call of duty 2 è stato il mio primo gioco :,D) …stavo giorni e giorni come un cretino a fare le poche 2 battaglie storiche che ti venivano proposte…ricordo il tutorial e la battaglia di Trebia del primo e la battaglia di rè Artù di barbarian invasion,aspettando incessantemente di poter saltare dalla sedia dalla gioia per vedere il generale nemico morire in mezzo a una massa informe di unità comandate da uno che pensava fosse un gioco in cui si potevano solo ammucchiare unità e aspettare le sorti. Parliamoci chiaro…io ancora oggi sono convinto che Rome Total war con Rome Surrectum 2 abbia raggiunto livelli che Rome 2 non può nemmeno sognare.
Per me è tutto, ci sentiamo alla prossima “recensione”,ah e il mio voto per questo gioco è un meritato 10!

PS:Attualmente sto riscoprendo l’amore per questo gioco…

Leonida.99

Attila:Tw

E dopo l’aspettato e un pochino deludente Rome 2…ora arriva un espanzione che molti aspettavano…una sorta di BI 2 con il nome di Attila Total War o Total War Sword of Attila. C’è ancora ben poco da dire siccome l’unica cosa che abbiamo visto è qualche screenshoot e spezzoni di beta qui e la e una faccia molto ben texturata di Attila che beh…dopo per 5 minuti in cui riesci a vedere solo lei parlare in inglese…un po’ rompe. Dagli screen si vede…una grafica leggermente migliorata acquisita più dalla recente Emperor Edition che dal resto…molte nuove unità tardo-romane e suoni leggermente migliorati. Non di certo gridiamo al miracolo ma potrebbe comunque essere un ottima espensione. Novità only!

Staff TWMI

DCL Ceasar in Gaul

NEWS

SOLO PER I VERI GENERALI…

Questo DCL ,disponibile su steam aggiunge una nuova campagna :
appunto quella campagna che Cesare iniziò nella Gallia.
– Nuova mappa della campagna: La mappa della campagna di Cesare in Gallia è una rappresentazione migliorata e più dettagliata della Gallia. I giocatori potranno conquistare 18 province , nuovi insediamenti e nuove capitali. Maggiore importanza dei personaggi: Molte fazioni hanno grandi generali e statisti (per esempio Roma ha Gaio Giulio Cesare in persona, Marco Antonio e altri ancora). Ciascuna delle quattro fazioni giocabili ha anche un capofazione che è l’avatar del giocatore durante la campagna. 24 turni per anno: Dal momento che l’ambientazione temporale di Cesare in Gallia è considerevolmente ridotta (58 – 51 a.C.) rispetto a quella più vasta della campagna di ROME II, ogni turno vale due settimane invece di un anno. Questo vuol dire che le stagioni si ripetono. Tuttavia gli effetti di queste ultime all’interno del gioco non sono sempre prevedibili e possono variare tra una provincia e l’altra. Per esempio la fine dell’autunno può essere un buon periodo per un raccolto, ma un’estate lunga e secca può danneggiare la produzione di cibo.

Nuova campagna co-op molto più sudata e dettagliata.
Nuova historical battle: Alesia
Sarà possibile vedere Vercingetorige e Cesare a grandi dettagli.

Nuove fazioni giocabili nella campagna di Total War: ROME II: Oltre alle fazioni giocabili nella nuova campagna, Cesare in Gallia aggiunge anche le seguenti tre nuove fazioni al gioco principale:
• Nervi (barbari, belgi) La più potente e fiera delle tribù belghe, i Nervi hanno sangue celtico e germanico. Le loro unità rispecchiano questa mescolanza di culture e offrono la possibilità di creare eserciti nuovi e unici.
• Boi (barbari, galli) Una delle tribù galliche più grandi, i Boi dominavano Gallia cisalpina, Pannonia, Boemia e Gallia transalpina. I loro numeri li rendono una forza temibile, ma dal punto di vista geografico sono distaccati dalle altre tribù galliche e questo li rende esposti agli attacchi delle feroci tribù germaniche e dei Daci.
• Galati (barbari, Anatolia) I Galli dell’est, i Galati migrarono verso l’Asia Minore a seguito dell’invasione celtica dei Balcani. Arrivarono dalla Tracia intorno al 270 a.C. guidati dai generali Lutario e Leonnorio. Come Celti insediati in territorio ellenico con diverse fazioni ostili, i Galati offrono uno stile di gioco interessante e impegnativo.

Nuove unità:
Boi (ROME II)

• Seguaci con la spada (fanteria con spada)
Quando un signore comanda, la spada saetta.
• Lancieri veterani (fanteria con lancia)
La battaglia rafforza il fisico e il cuore, e rende insensibili alle urla dei codardi.

Galati (ROME II)

• Legionari galati (fanteria con spada)
I Celti hanno insegnato ai Romani più di quanto questi siano disposti ad ammettere, ma vale anche il contrario.
• Saccheggiatori galati (cavalleria con spada e giavellotto)
I nemici sconfitti sanno che è meglio fuggire piuttosto che affrontare chi non li risparmierebbe.

Tribù galliche (ROME II e Cesare in Gallia)

• Spadaccini scelti (fanteria con spada)
Questi uomini combattono con abilità e coraggio.
• Lancieri scelti (fanteria con lancia)
La cotta di maglia non inibisce il coraggio di un guerriero né la sua sete di battaglia.
• Cacciatori galli (fanteria furtiva con arco)
Un guerriero deve saper cacciare, nascondersi e colpire all’improvviso.

Nervi (ROME II e Cesare in Gallia)

• Spadaccini feroci (fanteria con spada)
Dopo averla impugnata la prima volta, un celta si separerà dalla sua spada lunga solo da morto.
• Spadaccini da guerrilla (fanteria furtiva con spada)
• Questi spadaccini colpiscono dove e quando meno il nemico se lo aspetta.
• Destriero potente (cavalleria con lancia)
Un possente destriero e una carica selvaggia rendono questi guerrieri dei temibili avversari.
• Lancieri nudi (fanteria con lancia)
Chi ha bisogno di vestiti quando hai il coraggio?
• Cacciatori galli (fanteria furtiva con arco)
Un guerriero deve saper cacciare, nascondersi e colpire all’improvviso.

Ausiliari

• Cacciatori galli ausiliari (fanteria furtiva con arco)
Le abilità di un cacciatore dovrebbero essere al servizio di Roma
• Cavalleria nobile ausiliaria (cavalleria con lancia)
Una forza d’attacco corazzata a cavallo è sempre utile in un esercito romano.
• Fanatici nudi ausiliari (fanteria con spada)
I selvaggi dei della guerra dovrebbero essere usati a vantaggio di Roma.
• Fanteria con spada corta ausiliaria (fanteria con spada)
A volte il valore di un uomo si misura più sulla base del suo coraggio in battaglia che della sua abilità.
Mercenari

• Cacciatori gallici mercenari (fanteria furtiva con arco)
Spesso dare la caccia ad altri uomini offre la ricompensa maggiore.
• Cavalieri nobili mercenari (cavalleria con lancia)
Anche un nobile ha un prezzo, e combatterà per l’oro.
• Fanatici nudi mercenari (fanteria con spada)
Gli dei della guerra benedicono i mercenari, se combattono con valore.
• Fanteria con spada corta mercenaria (fanteria con spada)
Spesso vale la pena di mettere in vendita il proprio coraggio e la sete di gloria.